[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=WC0uBCEjEdY]

Che cazzo vi devo dire, è così. “Invidio chi mi invidia”, scrivevo qualche giorno fa. Sta diventando una partenza pesante, solitaria, gialla. Capisco sempre più come non siano i chilomentri e le distanze a fare il viaggio, come le imprese non siano fisiche, geografiche ma umane, forse psicologiche…..

Ma chi me lo fa fare? Non vedo l’ora di finire i preparativi e partire. Vedere il viaggio negli occhi, dimenticare i rischi, i casini, questo inverno freddo che non sembra finire più e lasciarsi trasportare dallo status di viandante. Sarà un mese…. di paranoia solitaria.