Nel febbraio 1960, l’acquisto di petrolio dall’Unione Sovietica mette in crisi le relazioni diplomatiche di Cuba con gli Stati Uniti. Di fronte alle ostilità americane, il governo rivoluzionario decide la nazionalizzazione dell’agricoltura e delle industrie attuata e vincola l’economia dell’isola agli aiuti economici dall’URSS.

http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *